Narcís Comadira
LA IL·LUSTRACIÓ POÈT&K METROPOLITANA & CONTINENTAL
Plurilingual Anthology of Catalan Poetry
Italiano

 
Narcís Comadira
(Girona, 1942)


IO
INTER PARES
DESOLAZIONE

¯



 
 
 
 


 
 

IO



Son maschio e di Girona. Media altezza.
Castano, occhietti da triste moccioso.
Un po’ romantico, affare gravoso
nei tempi nostri. Lo so con certezza.

Mozart più d’ogni altro m’ha stregato;
Josep Carner, in versi catalani.
Credo in amore, cibo se affamato,
gioie carnali, che morrò un domani.

E se alle volte ho il tempo di far versi
e riunisco vocaboli dispersi
non lo faccio pensando a ultimi fini:

non voglio far carriera di poeta.
Letteratissimo dall’A alla Z
in lingua scura e piccoli confini!
 
 


Translated by Yorick Gómez Gane
Antologia della poesia spagnola (castigliana, catalana, galega, basca) (dal 1961 ad oggi), a cura di Rosa Rossi e Valentí Gómez i Oliver, Nuove Amadeus Edizioni, Cittadella, 1996.

¯

 ñ
 
 
 
 
 
 


 
 

INTER PARES


L’aria è fresca e siamo ala senza ostacoli,
la luna, dove non si sa, ci chiama.
Corre un profumo di fiori sotto gli ombracoli
e ci si fonde al profumo ogni brama.

Del glicine è difesa più setosa
per i deliqui d’uccello notturno?
Chi mai ci dirà: Vieni!, senza posa,
e che cuscino è puro qual viburno?

Ma mai che i fiori e i profumi ci piacciano:
già non ci basta un sangue verginale.
Vogliam carne nel covo in cui si cacciano
torbide brame e ferocia animale.

Si sa che non c’è eroe senza ferita
né buona morte senza brutta vita.
 
 


Translated by Yorick Gómez Gane
Antologia della poesia spagnola (castigliana, catalana, galega, basca) (dal 1961 ad oggi), a cura di Rosa Rossi e Valentí Gómez i Oliver, Nuove Amadeus Edizioni, Cittadella, 1996.

¯


 
 
 
 
 
 

 

DESOLAZIONE

 

Il corpo mi si sfa per le giunture
e l’anima, fedele, gli va appresso,
tanto che perdo d’ingegno i possesso
e di pensieri, idee e di figure.

Pezzi soltanto di una gran rottura,
spersi, per il cervello van girando.
Ed anche in pezzi la pelle sta andando,
come ceramica rude, arsa e dura.

La lingua mi si incastra nel palato,
i fantasmi mi chiamano alla danza
ed io non fo che piangere, domato.

Se con mano pugnale o daga o asta
cerco, una mano sciolta la contrasta:
tanto disfatta ho pure la speranza.
 
 


Translated by Yorick Gómez Gane
Antologia della poesia spagnola (castigliana, catalana, galega, basca) (dal 1961 ad oggi), a cura di Rosa Rossi e Valentí Gómez i Oliver, Nuove Amadeus Edizioni, Cittadella, 1996.

¯



 
 
 

 ñ